top of page

MILANO, INCENDIO, DE CORATO A RABAIOTTI:“DOPO DICHIARAZIONI SALA COMUNE SI COSTITUISCA PARTE CIVILE"

MILANO, INCENDIO, DE CORATO A RABAIOTTI: “DOPO DICHIARAZIONI SALA COMUNE SI COSTITUISCA PARTE CIVILE SENZA ATTENDERE OLTRE E GOVERNO FACCIA ALTRETTANTO. SINDACO DIA AMBROGINO D’ORO A VIGILI DEL FUOCO INTERVENUTI. SUBITO LEGGE PER FACCIATE IGNIFUGHE. VICINANZA AD ABITANTI DELLA ‘TORRE DEL MORO’”


Milano (30 agosto 2021)- “Esprimo la mia vicinanza a tutte le persone che hanno perso la propria casa nell’incendio di via Antonini avvenuto ieri. Chi ha controllato, o chi avrebbe dovuto controllare, che il palazzo fosse rivestito o meno da materiale resistente alle fiamme? La Magistratura ha affidato al Nucleo Investigativo Antincendio dei vigili del fuoco il compito di far chiarezza sul materiale che riveste il cappotto termico, sul corretto funzionamento del sistema antincendio e l’acquisizione di documenti sulla progettazione e soprattutto sul tipo di materiali utilizzati per la costruzione della Torre del Moro. Il Comune di Milano non dovrebbe avere alcun dubbio sul costituirsi parte civile, soprattutto dopo le dichiarazioni di Sala che ha definito “non accettabile che un edificio così moderno si sia dimostrato del tutto vulnerabile” e dopo che ieri si è precipitato in via Antonini ed ha visto con i suoi occhi quanto i Vigili del Fuoco intervenuti abbiano rischiato per domare l’incendio e controllare che nessuno fosse rimasto intrappolato all’interno dell’edificio. Il primo cittadino, insignisca i Vigili del Fuoco con l’Ambrogino d’Oro visto che lui stesso ha potuto constatare che hanno operato mettendo a rischio la propria incolumità arrivando ad ustionarsi le mani. Insieme al Comune, dovrebbe costituirsi parte civile anche il Governo che deve adoperarsi per prevedere, al più presto, una legge che imponga agli edifici di avere involucri ignifughi. Intanto numerose famiglie sono rimaste senza casa e, molte di loro, senza quasi più nulla. Per l’Assessore alle politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti occorre “aspettare che siano chiari gli estremi delle loro forme assicurative e capire quando e come potrà essere ristabilita una soluzione abitative per queste famiglie”. Chiaramente però nel frattempo dobbiamo aiutare queste persone e giustamente è intervenuto il Comune sistemandone alcune in hotel convenzionati. Mi auguro che Palazzo Marino, che si è fatto carico degli abitanti del palazzo, si rivalga su chi ha costruito l’edificio o sui proprietari chiedendo i danni subiti in seguito agli interventi messi in campo”, commenta Riccardo De Corato, Membro della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia in merito all’incendio divampato ieri nella zona sud ovest di Milano.

Aggiunge Massimo Girtanner, già presidente di Municipio 6, candidato al Consiglio Comunale di Milano: “quanto accaduto è veramente tragico. Fortunatamente nessuno ci ha rimesso la vita, tuttavia molte persone hanno rischiato tanto e hanno perso le loro abitazioni ed i loro averi. Ad oggi non esiste una legge che preveda l’obbligo di realizzare degli involucri ignifughi per gli edifici. È il caso di prevedere al più presto una simile legge e, nel contempo, realizzare un censimento del materiale delle facciate degli edifici della città!”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page