top of page

MILANO, POLIZIOTTO INDAGATO DOPO SPARATORIA, DE CORATO: “STATO SOSTENGA L’AGENTE E SI IMPEGNI A DOTA

MILANO, POLIZIOTTO INDAGATO DOPO SPARATORIA, DE CORATO: “STATO SOSTENGA L’AGENTE E SI IMPEGNI A DOTARE FORZE DELL’ORDINE DI TASER. DIFESA SEMPRE LEGITTIMA. CONDIVIDO PAROLE SINDACATO MOSAP”

Milano (25 febbraio 2021)- “Condivido pienamente le parole del Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia. La difesa è sempre legittima, non smetterò mai di ripeterlo! Per questo mi auguro che lo Stato si impegni a sostenere il giovane agente 23enne che nella notte tra domenica e lunedì scorsi ha sparato, uccidendolo, ad un filippino irregolare, con precedenti, tossicodipendente ed in forte stato di alterazione, che brandendo un grosso coltello da cucina si stava scagliando contro la Polizia. L’agente ha difeso la vita propria e quella del collega dalla furia di un folle, ma ora è stato indagato dalla Procura per eccesso colposo di legittima difesa e dovrà affrontare, non solo momenti difficili, ma anche le spese legali. Oltre che a sostenere questo agente, auspico che lo Stato si impegni a dotare il prima possibile le Forze dell’Ordine di strumenti di difesa personali non letali quali i taser”.

Dichiara così l’ex vice Sindaco di Milano ed Assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale, Riccardo De Corato, in merito a quanto affermato dal Movimento Sindacale Autonomo di Polizia riguardo al poliziotto indagato per eccesso colposo di legittima difesa dopo la sparatoria avvenuta tra lunedì e martedì scorsi in via Sulmona a Milano.

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page