MILANO, WRITER, DE CORATO: “IMBRATTARE IN GRUPPO NON E’ REATO, PROSCIOGLIMENTO VERGOGNOSO! DOPO AVER

MILANO, WRITER, DE CORATO: “IMBRATTARE IN GRUPPO NON E’ REATO, PROSCIOGLIMENTO VERGOGNOSO! DOPO AVER VANDALIZZATO LA NOSTRA CITTA’, ALLA FINE PUOI FARLA FRANCA! ECCO PERCHE’ VENGONO DA TUTTA EUROPA A DETURPARE I NOSTRI MURI”


Milano (18 novembre 2021)- “Milano è ormai piena di quelle odiose firme sui muri e sulle serrande dei negozi. Un danno di immagine della città che la deturpa e rovina di fronte agli occhi di chi viene a visitarla.

Oggi per questi imbrattatori seriali è un giorno di festa perché il Tribunale di Milano ha prosciolto 11 di loro, imputati di associazione per delinquere con fine l’imbrattamento”, afferma Riccardo De Corato, assessore regionale alla sicurezza, polizia locale ed immigrazione in merito al proscioglimento di 11 writer.

“Quello che viene dato oggi con questa decisione è un brutto messaggio: a Milano puoi fare tutto, persino farti riprendere dalle telecamere mentre imbratti i treni della metropolitana e far parte di una banda che ha lo scopo di deturpare il bene comune di questa città. Niente di tutto ciò basterebbe per essere condannato.

Si chiamano ‘We can all’ , ovvero possiamo fare tutto , e infatti così è stato.

Questi ‘Banksy dei poveri’ si sono immortalati in tutto il mondo mentre compivano le loro scorribande, dalla Germania a New York. Forse solo da noi trovano tanta clemenza.

Sono curioso di leggere le motivazioni del proscioglimento. Una cosa è certa: questa sentenza è un pessimo segnale, ora molti vandali si sentiranno più liberi di imbrattare. Chiediamoci come mai vengano a Milano da tutta Europa a cospargere i muri di tag e graffiti. Probabilmente la sentenza di oggi è una risposta”, conclude De Corato.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square