top of page

MILANO, MACAO, DE CORATO: “PERSINO CENTRO SOCIALE DEFINISCE INSOSTENIBILE SITUAZIONE. SALA QUANDO PE

MILANO, MACAO, DE CORATO: “PERSINO CENTRO SOCIALE DEFINISCE INSOSTENIBILE SITUAZIONE. SALA QUANDO PENSA DI SGOMBERARE IRREGOLARI E DELINQUENTI? ORA RENDERA’ INACCESSIBILI TUTTI GLI SPAZI ANCHE QUELLI LASCIATI VUOTI OGGI?”


Milano(05 novembre 2021)- “Dopo 9 anni di occupazione abusiva dell’ex macello di viale Molise 68, il centro sociale Macao, con un post sui social, annuncia di lasciare la struttura.

Negli ultimi sei mesi, Macao si è trovata a gestire giorno e notte una situazione complessa e delicata; a organizzare la resistenza, spesso fisica, tra discussioni, incendi, violenze e nuove difficoltà create dalla pandemia’, si legge sul loro sito.

Ebbene, la situazione creata dai vicini di casa del centro sociale, i clandestini e delinquenti che occupano abusivamente una parte della struttura, è diventata insostenibile persino per il Macao.

Solo pochi mesi fa gli anarchici del centro sociale manifestavano davanti a Palazzo Marino contro il proprio sgombero. Oggi alzano le mani e se ne vanno.

Il 21 marzo la struttura accanto al Macao, occupata da nordafricani irregolari, dopo un’aggressione a scopo di rapina cominciata all’interno e proseguita in strada, è stata sgomberata. Tuttavia, la situazione, subito dopo, è tornata tale e quale a prima tant’è che il 28, esattamente una settimana dopo, è scoppiato un incendio. Il 06 maggio i clandestini sono stati nuovamente allontanati, ma solo temporaneamente. Il 22 ottobre alcuni passanti hanno denunciato di essere stati accerchiati e derubati da alcune persone che poi hanno trovato rifugio all’interno della struttura.

Il lotto immobiliare dell’ex Macello, di proprietà pubblica, fa parte del progetto di Palazzo Marino ‘reinventing cities’ che ne prevede la riqualificazione completa.

Bene, prima di parlare di vasi, strade colorate e aiuole, Sala ci sa dire quando pensa di sgomberare l’intera struttura da tutti gli irregolari che la popolano?

Ovviamente ci aspettiamo che il Comune applichi per gli spazi che oggi vengono lasciati vuoti dal centro sociale, e per tutti gli altri, la stessa solerzia nel chiudere gli accessi per impedire nuove occupazioni che pretende dai privati. Oppure Palazzo Marino intende restare a guardare mentre gli occupanti abusivi clandestini prendono possesso anche di questa struttura? Ricordo che con il centrodestra esisteva un nucleo apposito dei vigili che effettuava gli escomi entro le 48 ore dall’occupazione, ovvero in flagranza di reato. Questo nucleo da Pisapia in poi è stato tolto e Sala non lo ha più ripristinato e quelli che i milanesi hanno sotto gli occhi sono i risultati”, conclude De Corato.

Comentarios


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page