top of page

MILANO, QUALITA’ DELLA VITA, DE CORATO: “CITTA’ ANCORA ALL’ULTIMO POSTO PER SICUREZZA ANCHE PER...."

MILANO, QUALITA’ DELLA VITA, DE CORATO: “CITTA’ ANCORA ALL’ULTIMO POSTO PER SICUREZZA ANCHE PER ITALIA OGGI, DOPO SOLE 24ORE. PEGGIORA PER RAPINE IN BANCA (76° POSTO), DROGA (98°) E PROSTITUZIONE (48°). SINDACO LUNGIMIRANTE AVREBBE CHIESTO AUMENTO FF.OO, INVECE E’ ANCORA CON MENO 500 VIGILI”

Milano (15 novembre 2021)- “Dopo la classifica del Sole 24 Ore elaborata sui dati Istat, adesso anche quella di Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, riconferma Milano, per quanto riguarda la sicurezza e la criminalità, all’ultimo posto”, afferma Riccardo De Corato, assessore regionale alla sicurezza, immigrazione e polizia locale in merito alla ricerca sulla qualità della vita di Italia Oggi.

“Né da parte delle istituzioni, dalle quali ci sarebbe piaciuto sapere quanti uomini delle Forze dell’ordine sono operativi nella nostra regione e nel capoluogo lombardo, né il Comune dicono qualcosa riguardo al primato in negativo che continua ad aggiudicarsi Milano per quanto riguarda la criminalità. Rispetto allo scorso anno la città è peggiorata ancora di più per quanto riguarda i reati connessi al traffico di stupefacenti (passa dal 94° al 98° posto), la prostituzione (passa da 38° a 48°) e le rapine in banca e uffici postali (passa da 64° a 76°).

Un sindaco lungimirante, davanti a questa costante che permane da anni, avrebbe chiesto un aumento delle forze dell’orine in città. Invece, Sala, ha lasciato che si formasse un ‘buco’ di 500 vigili che ora cerca di ‘recuperare’ in fretta e furia. Ai milanesi poco importa di avvicinarsi alla vetta nella classifica generale, quando per quanto riguarda la sicurezza Milano continua a posizionarsi al 107° ed ultimo posto”, conclude De Corato.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page